Warenkorb

0 Prodotti - CHF 0.00
  Aggiungi al Carrello
0 Prodotti - CHF 0.00
  Aggiungi al Carrello

Coliche

L. reuteri DSM 17938 è l’unico probiotico che gli esperti consigliano per la prevenzione e per il trattamento delle coliche dei lattanti.

Nonostante la loro frequenza le coliche dei lattanti non sono completamente capite. Questo è motivo di frustrazione per genitori e curanti. Secondo i “Criteri diagnostici di Roma IV per i disordini gastrointestinali funzionali” vengono definite le coliche dei lattanti quali episodi improvvisi e inspiegabili di piagnistei o urla, senza cause organiche, nei bambini al di sotto dei 5 mesi.

Questo modo di piangere raggiunge il culmine attorno alla sesta settimana di vita e finisce circa alla fine del quarto mese.

Le coliche dei lattanti vengono diagnosticate fino al 26% dei neonati, perciò sono tra le cause principali di una visita dal pediatra.

Gocce BiGaia per il regime alimentare in caso di coliche infantili con pianto eccessivo

Gocce BiGaia

Per il regime alimentare in caso di coliche infantili con pianto eccessivo.

I primi mesi

I primi mesi con un neonato sono meravigliosi ed eccitanti. Ma attenzione: tutti i bebé piangono! Quando ricevono però quello di cui necessitano, si tranquillizzano di nuovo velocemente. Alcuni neonati tuttavia strillano e piangono senza sosta. Spesso questo porta a una grande frustrazione per i genitori e coloro che li circondano, perché sembra che niente aiuti, né parole tranquillizzanti, cullarlo, coccolarlo, e neppure misure farmacologiche, omeopatia, il cambiamento di cibo.

Coliche dei neonati = coliche dei tre mesi

Di tutti i neonati l‘8-26% soffrono delle coliche dei lattanti. In questa fase difficile aumenta il rischio di affaticamento dei genitori e quello di scuotere il neonato (Attenzione: scuotere può causare gravi danni permanenti al bambino!). Le cause esatte delle coliche dei neonati non sono ancora chiare. Si ritiene che lo sviluppo delle coliche infantili sia una miscela di diversi fattori – ad esempio la composizione iniziale del microbiota in base al tipo di nascita, il sistema digestivo ancora immaturo del neonato, una tecnica di alimentazione o allattamento sfavorevole in cui i lattanti ingeriscono troppa aria, stress e tensioni nella cerchia familiare, la routine ancora carente nella vita di tutti igiorni o sovraeccitazione del bambino.

Le coliche sono multifattoriali e possono influenzare la salute gastrointestinale nel corso della vita

La dismotilità intestinale e l'ipersensibilità viscerale sono considerati i principali fattori alla base di questa condizione. Il microbiota gastrointestinale è stato al centro dell'interesse della ricerca negli ultimi dieci anni. Si è potuto dimostrare che i bambini con coliche infantili hanno sia un numero inferiore di lattobacilli intestinali sia una maggiore concentrazione di batteri coliformi. Un altro studio ha mostrato la relazione tra coliche infantili e malattie allergiche, maggiore sensibilità al dolore addominale e disturbi psicologici durante l'infanzia.

Come si riconoscono le coliche dei lattanti?

Il bambino ha meno di 5 mesi e il pianto non ha una causa organica.

  • Il bambino è eccezionalmente irrequieto.
  • Piange in modo eccessivo (episodi inspiegabili e spasmodici di piagnistei o urla).
  • Nulla può calmarlo.

I suoi pianti iniziano solitamente nel tardo pomeriggio e possono continuare fino a tarda sera. Il piccolo è però sano e prospera. Quando piange il bambino assume una tipica posizione da crampo.

Stringe i pugni, il piccolo ventre di solito è gonfio, la schiena è inarcata, la carnagione appare pallida o rossa e le gambe vengono spesso flesse violentemente sull‘addome. Tra una crisi e l‘altra i neonati non hanno altri sintomi. Spesso il ritmo sonno-veglia è disturbato.

L‘intestino del neonato ha bisogno di aiuto

La flora intestinale di un neonato si sviluppa gradualmente in modo da consentirgli la digestione completa del cibo. Al momento del parto riceve i primi batteri benefici da sua madre. Tuttavia questo non succede nelle nascite con taglio cesareo. In entrambi i casi, l‘alimentazione può sostenere in modo significativo la maturazione dell‘intestino e lo sviluppo di una flora intestinale ben funzionante.

I bambini con le coliche hanno batteri intestinali meno benefici rispetto ai bambini senza coliche. Con l‘aggiunta di Lactobacillus reuteri DSM 17938 le condizioni per i germi utili sono ottimizzate. Non solo si stabilisce nell‘intestino, ma stimola anche la crescita di altri batteri benefici e rende difficile l‘ambiente per i batteri meno utili.

L. reuteri DSM 17938 è isolato dal latte materno. Sappiamo che nell‘evoluzione il Lactobacillus reuteri DSM 17938 è stato trasmesso di generazione in generazione attraverso il canale vaginale e/o con il latte materno. Sembra purtroppo, che a causa del nostro modo di vivere moderno stiamo perdendo questo importante batterio.

Bambino con coliche infantili

Accorgimenti

Poiché diversi fattori giocano un ruolo nello sviluppo delle coliche, si consiglia di provare alcune semplici misure. La sua levatrice o consulente per i genitori potrà suggerirgliene alcuni (qualche esempio):

  • Tecnica di allattamento
  • Quale tettarella utilizzare durante l‘alimentazione con il biberon
  • Ulteriori misure calmanti (cullare, cantare, ...)
  • Come prendere in braccio il neonato (presa di pancia, ...)
  •  Ecc.
Logo BiGaia
  • Home
  • Gastro-Intestinale
  • Guida
Indirizzo

AllergyCare AG
Zürichstrasse 2
CH-8134 Adliswil

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.