Warenkorb

0 Prodotti - CHF 0.00
  Aggiungi al Carrello
0 Prodotti - CHF 0.00
  Aggiungi al Carrello

Allergia ai pollini

L’allergia ai pollini (raffreddore del fieno) è la più comune malattia allergica alle nostre latitudini.

Il sistema immunitario reagisce in modo eccessivo alle proteine del polline e una cascata di reazioni biochimiche espone alcune cellule a sostanze vasoattive (come l’istamina). Ciò rende l’allergia "visibile" ed "evidente": naso che cola, occhi rossi, prurito, starnuti, etc.

I principali fattori scatenanti dell’allergia ai pollini:

  • Alberi: nocciolo, ontano, betulla, frassino, faggio, quercia
  • Graminacee: per es. fleolo (o coda di topo), erba mazzolina, loietto inglese
  • Erbette: artemisia, ambrosia, parietaria (in Ticino)
Fleolo
Erba mazzolina
Loietto inglese
Lo spray nasale LinfoVir plus aiuta nell'allergia ai pollini

LinfoVir Plus Spray nasale

Efficacia confermata da studi quale coadiuvante nell’allergia ai pollini.

Sintomi

  • Starnuti
  • Rinite
  • Occhi che piangono e prudono (congiuntivite)
  • Naso chiuso
  • Respirazione nasale difficile
  • Prurito al palato, naso e orecchie
  • Raucedine
  • Tosse

Diagnosi

Il raffreddore del fieno non è innocuo e può svilupparsi in asma se non trattata. Per questo motivo, si dovrebbe chiarire l’allergia ai pollini da uno specialista e procedere alla terapia.

La diagnosi viene fatta con l’anamnesi e utilizzando un esame della pelle e del sangue. Sintomi simili possono verificarsi quando c’è un’allergia alle muffe o agli acari della polvere. A dipendenza di dove e quando i sintomi si verificano, si riesce fare la differenza.

Trattamento

Vari farmaci sotto forma di spray nasali, colliri o compresse/gocce possono essere somministrati per trattare i sintomi di un’allergia ai pollini.

L’unico modo per trattare l’origine dell’allergia ai pollini è attraverso la desensibilizzazione. Questa richiede un chiarimento allergologico da parte dello specialista.

Quattro fatti sulle graminacee e i loro pollini

Il polline delle graminacee ed il loro volo

Grazie al vento il polline delle graminacee viene misurato anche nelle regioni montane – in luoghi dove non c’è erba. Il contatto con il polline è inferiore in quota, ma non può essere evitato completamente nemmeno lì.

Cause di un polline più aggressivo

I sintomi del raffreddore del fieno dipendono dalla quantità di polline nell’aria. Inoltre è stato dimostrato che lo smog, che è più grave in città a causa del traffico, provoca un cambiamento nella produzione di polline. Questi pollini più aggressivi aumentano i sintomi.

Chi soffre di allergie, soffre ovunque

Sebbene le graminacee siano divise in diversi gruppi (zone tropicali e temperate), sono simili nella struttura e causano sintomi anche in altri paesi.

La stagione dei pollini inizia più presto

La stagione dei pollini inizia prima rispetto a 40 anni fa. Il motivo è il cambiamento climatico con delle temperature più elevate.

Suggerimenti

  • Lavare i capelli prima di coricarsi
  • Non far asciugare la biancheria all’aperto
  • Indossare degli occhiali da sole
  • A casa arieggiare brevemente
  • Uscire all’aperto solo brevemente quando c’è il vento ed è bel tempo
  • Home
  • Vie respiratorie
  • Guida
Indirizzo

AllergyCare AG
Zürichstrasse 2
CH-8134 Adliswil

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.