0 Prodotti - CHF 0.00
  Aggiungi al Carrello

Osteoporosi

L'osteoporosi (perdita della densità ossea) è la malattia ossea più comune.

L‘osteoporosi è una malattia silenziosa che colpisce più spesso le donne che gli uomini. Sopra i 50 anni la prevalenza nelle donne è di circa il 50% e negli uomini del 25%. Questa malattia ossea è causata dalla riduzione della massa ossea. Questo rende le ossa fragili e aumenta il rischio di fratture.

Alcuni fattori di rischio dell‘osteoporosi sono legati a dati di fatto, come il sesso e l‘età. Più si invecchia, maggiore è il rischio.

Osfortis con Vit. D | Un contributo naturale per mantenere le ossa normali

Osfortis con Vit. D

Un contributo naturale per mantenere le ossa normali.

Una serie di altri fattori può aumentare la probabilità di sviluppare l‘osteoporosi

Zwei sportliche Damen
  • 1. Lo stile di vita
    • Mancanza di esercizio fisico
    • Consumo eccessivo di alcol
    • Fumo
  • 2. I medicamenti, come p. es.
  • 3. La nutrizione
    • Basso apporto di calcio
    • Disturbi alimentari
  • 4. Malattie, come p.es.
    • Artrite reumatoide
    • Mieloma multiplo
    • Malattia infiammatoria intestinale cronica
    • Celiachia
    • Lupus
    • ecc.
  • 5. La genetica
  • 6. Gli ormoni
  • 7. Lo stress emotivo

Sintomi

Di regola, il processo di perdita ossea non viene notato perché non ci sono disagi. Il più delle volte, ci si accorge di questa malattia quando un osso viene rotto senza forza eccessiva.

È quindi estremamente importante fare attenzione a certi segni:

  • Mal di schiena
  • Formazione di gobba
  • Altezza del corpo diminuita di oltre 4 cm

Diagnosi

Per fare una diagnosi, il medico chiederà prima i segni e i fattori di rischio dell'osteoporosi. Per confermare il sospetto, predisporrà una misurazione della densità ossea ed eseguirà radiografie.


Osfortis con Vit. D | Un contributo naturale per mantenere le ossa normali

Osfortis con Vit. D

Un contributo naturale per mantenere le ossa normali.

Cosa possiamo fare noi stessi per contrastare l'osteoporosi?

La terapia dell'osteoporosi ragruppa diversi approcci terapeutici che si differenziano durante l'evoluzione della malattia. Lo scopo del trattamento è di ritardare la malattia e di ridurre il rischio di fratture.

Supplementi

Calcio e vitamina D come Osfortis con Vitamina D contribuiscono al mantenimento di un'ossatura normale.

Il calcio e la vitamina D sono essenziali per la mineralizzazione delle ossa. Mentre il calcio è un componente importante delle ossa, la vitamina D assicura l'incorporazione del calcio nelle ossa.

Nutrizione

La dieta è un fattore importante. In particolare, si dovrebbe:

  • riceve una quantità sufficiente di calcio e vitamina D.
  • evitare di essere sottopeso in quanto ciò ha un impatto negativo sull'osteoporosi.

Sport e movimento

L'allenamento fisico regolare stimola il metabolismo e rafforza le ossa. Questa attività, inoltre, rafforza la muscolatura e migliora l’agilità e l’equilibrio. Tutti questi fattori diminuiranno il rischio di cadute.

Prevenzione

Per evitare cadute con il rischio di frattura ossea, è necessario essere consapevoli dove possono capitare e di conseguenze trovare delle soluzioni adeguate:

  • Eliminare i tranelli che potrebbero far inciampare
  • Migliorare l'illuminazione
  • Acquistare uno sgabello da doccia o montare delle maniglie

Inoltre, le persone anziane dovrebbero prendere coscienza dei propri deficit mentali e fisici e contrastarli, ad esempio attraverso l'allenamento della forza e dell'equilibrio.

Farmaci per l'osteoporosi

Per il trattamento famacologico dell'osteoporosi sono disponibili preparati che inibiscono la perdita ossea o promuovono la formazione ossea.

Bifosfonati

I bifosfonati riducono la degradazione ossea contrastando così la perdita di densità minerale ossea. Il successo del trattamento dipende da un'implementazione coerente e da un uso corretto. I bifosfonati vengono solitamente assunti per diversi anni.

Estrogeni

Il trattamento con ormoni sessuali femminili può essere utilizzato per le forme lievi di osteoporosi (osteopenia). Questo è considerato principalmente nelle donne di età inferiore ai 60 anni. Dopo la menopausa, gli estrogeni possono correggere i sintomi di carenza ormonale e contrastare una perdita di massa ossea.

Ulteriori farmacia

Per i pazienti ad alto rischio di frattura ossea, possono essere utilizzati farmaci con anticorpi monoclonali come denosumab e romosozumab, come pure i teriparatidi e gli zoledronati.

Indirizzo

AllergyCare AG
Zürichstrasse 2
CH-8134 Adliswil

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.